City tax Firenze - Windows on Italy
Tassa di Soggiorno a Firenze

Tassa di Soggiorno a Firenze

DECORRENZA
L'imposta di soggiorno della città di Firenze è stata istituita con decorrenza 1° luglio 2011, con delibera del Consiglio Comunale n.33 del 20 giugno 2011. Il regolamento dell'imposta di soggiorno è stato successivamente integrato e modificato dalla delibera n. 21/2012 (con decorrenza 1 giugno 2012) e dalla delibera n. 50 del 28 luglio 2014 (con decorrenza 1 ottobre 2014).

COME FUNZIONA
L'imposta di soggiorno è istituita in base alle disposizioni previste dall'art. 4 del Decreto Legislativo 14 marzo 2011 n.23. Il relativo gettito è destinato a finanziare gli interventi, previsti nel bilancio di previsione del Comune di Firenze, per il turismo, la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali, nonchè i servizi pubblici locali. L'imposta è corrisposta per ogni pernottamento (ovvero a persona per notte) nelle strutture ricettive ubicate nel territorio del Comune di Firenze, fino ad un massimo di 7 pernottamenti consecutivi.

CHI DEVE PAGARE
L'imposta è dovuta da ogni soggetto, non residente nel Comune di Firenze, per ogni pernottamento nelle strutture ricettive situate nel territorio del Comune di Firenze. Si evidenzia che, dal 1 di ottobre 2014, l'imposta si applica anche a coloro che pernottano negli immobili locati ad uso turistico (nella misura di 3 euro a persona per notte).

ESENZIONI
Sono esenti dal pagamento dell'imposta di soggiorno:

a) i minori fino al compimento del dodicesimo anno di età;
b) i soggetti che assistono i degenti ricoverati presso strutture sanitarie del territorio, anche in regime di day hospital, per un massimo di due accompagnatori per paziente;
c) i pazienti che effettuano cure ospedaliere in regime di day hospital;
d) gli studenti iscritti all'Università degli Studi di Firenze.

L'applicazione dell'esenzione di cui alle precedenti lettere b) e c), è subordinata al rilascio al gestore della struttura ricettiva, da parte dell'interessato, di una dichiarazione, resa in base alle disposizioni di cui agli articoli 46 e 47 del D.P.R. n.445 del 2000 e successive modificazioni; mentre quella di cui alla lettera d), è condizionata al rilascio di attestazione di iscrizione all'Ateneo Fiorentino per l'anno accademico in corso.

QUANTO SI PAGA
La misura dell'imposta è graduata e commisurata con riferimento alla tipologia delle strutture ricettive definita dalla normativa regionale, che tiene conto delle caratteristiche e dei servizi offerti dalle medesime.
Si ricorda che sono assoggettate ad imposta anche coloro che pernottano negli immobili locati ad uso esclusivamente turistico.
Le misure d'imposta, approvate con delibera del Consiglio Comunale n.230/33 del 20 giugno 2011 e con delibera del Consiglio Comunale n.50 del 28 luglio 2014, sono consultabili nella seguente tabella, che potete trovare anche nel sito del Comune di Firenze.

Con delibera del Consiglio Comunale n. 21/2012 l'imposta di soggiorno è ridotta del 50% per:

a) i gruppi scolastici delle medie inferiori e superiori in visita didattica
b) gli sportivi di età inferiore a 16 anni, componenti di gruppi sportivi partecipanti a iniziative e tornei organizzati in collaborazione con l'Amministrazione Comunale

La riduzione sarà applicata previa attestazione del Dirigente Scolastico, per i soggetti di cui alla lettera a) e della Federazione Sportiva di appartenenza per quelli di cui alla lettera b).

Riguardo l'importo dell'imposta dovuta, il gestore della struttura può emettere una semplice ricevuta nominativa al cliente (mantenendo la copia come di regola, oppure inserire il relativo importo in fattura indicandolo come "operazione fuori campo I.V.A."

TOP